// Il vangelo secondo Steve Jobs

13.07.2012

C'era da aspettarselo che, prima o poi, qualcuno avrebbe avuto una trovata del genere: leggere l'operato di Steve Jobs e il modo in cui gli acquirenti della Apple si sentono legati tra di loro e al marchio, come una specie di religione del think different che li fa sentire tutti parte di una comunità!

Il vangelo secondo Steve Jobs. Apple tra tecnica e filosofia è il titolo di una mostra incentrata sulla figura del 'visionario' per eccellenza, scomparso meno di un anno fa, e sulla sua attività; è finalizzata a mettere in luce tutti gli aspetti che hanno caratterizzato il lavoro di Jobs e che hanno portato all'ideazione e alla definizione di prodotti particolari oltre che di quegli elementi che definiscono il mondo Apple e il modo di pensare e di intendere se stessi da parte di coloro che ne acquistano i prodotti.

Già Marc Burckhardt aveva ritratto Jobs come un santo ispirandosi alla tradizione iconografica ortodossa.
Questa opera costituisce una delle attrazioni centrali della mostra che propone un percorso finalizzato a raccogliere le caratteristiche che hanno definito la figura di Jobs e la sua attività imprenditoriale dentro e fuori la Apple, concentrandosi in particolare sulla rivoluzione tecnologica e culturale, sul ruolo di icona pop che ha assunto, sulla sua filosofia e la conseguente nascita del think different.
Tutti gli elementi che hanno contribuito a determinare la jobsophia sono stati isolati e presentati all'interno di questo percorso espositivo.

La mostra tra le sue finalità ha quella di mettere in risalto uno dei fenomeni più recenti e maggiormente coinvolgenti della pop culture, è stata organizzata nell'ambito di Popsophia | Festival del Contemporaneo che avrà luogo a Civitanova Marche dal 12 luglio al 5 agosto con numerosi eventi programmati soprattutto durante i week-end.
La mostra, promossa dalla catena MedStore di Sandro Parcaroli che in questo modo ha voluto celebrare trent’anni di attività passati come distributore della Apple nel centro Italia, è stata inaugurata il 12 luglio e rimarrà aperta fino al 30 settembre.

Qualunque sia la propria posizione nei confronti della Apple, dei suoi prodotti e del suo fondatore questa esposizione offre sicuramente una prospettiva molto interessante che merita di essere approfondita.

via Wired

+ Aggiungi un commento